Chiesa di Santa Maria

La chiesa come giunta fino a noi è frutto di numerosi rifacimenti.

 La parte più antica risale di sicuro al secolo XII ma il primo documento scritto è del 1255. Nel 1500 fu ampliata e venne aggiunto il controsoffitto in stile gotico. La facciata presenta un interessante portale in stile romanico in pietra viva e al vertice un campaniletto costruito, con ogni probabilità, in occasione dell’ampliamento cinquecentesco della chiesa. Molto interessante è la facciata a mezzodì che presenta, ancora visibili, tracce di affreschi databili all’inizio del sec. XIV raffiguranti la Madonna seduta ed incoronata e di lato, una testa di uomo. Il portale è di tipo romanico sormontato da una lunetta in pietra ornata di un Ecce tomo. Sul lato nord è da notare l’architrave cinquecentesca di un’antica finestra, ora murata, finemente lavorata con gli stemmi dei Tono e dei Roccabruna. L’interno è a una navata illuminata da finestre rettangolari: ha tre altari in legno riccamente scolpiti e dorati dedicati alla Madonna del Rosario, all’Assunta e alla Madonna e San Sebastiano. 

Tipologia di luogo
Chiesa

Mercoledì, 26 Novembre 2014

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2018 Comune di Predaia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl