Chiesa di S.Eusebio

La pieve di Torra è ritenuta una delle più antiche della valle. 

Le prime notizie risalgono al 1128; è del 1295 la più antica notizia documentaria concernente la "Plebs Sancti Eusebll". La chiesa è posta fuori dell'abitato in ottima posizione da dove si gode un vasto panorama dell'Anaunia inferiore. La pianta è rettangolare con abside pentagona. L'interno è ad una navata con volta a reticolato. L'affresco sopra la porta è del XIV secolo. Il maestoso altare di marmo è quello della della vecchia parrocchiale di San Giovanni Battista di Mezzolombardo. La pala rappresenta il titolare della chiesa S. Eusebio con altri santi. La pala del primo altare a destra dedicato alla Beata Vergine è opera di Mattia Lampi. Dello stesso artista, la pala del primo altare a sinistra raffigurante la Madonna col Bambino in braccio. Sotto il gradino del presbitero v’è la tomba degli arcipreti. Meritevole di attenzione l'acquasantiere di marmo bianco con due belle testine di angeli. Il campanile si fa risalire al XIII secolo e secondo l'arciprete Tomasi sarebbe anteriore al Mille. L'archivio parrocchiale, intelligentemente riordinato dall'arciprete Pietro de Tomasi (1718-1783), e ricostituito nel 1982 dal monaco benedettino Giovanni Dal Piaz Costituisce una fonte unica per la storia del territorio della Pieve di Torra. 

Tipologia di luogo
Chiesa
Collocazione geografica

Come arrivare

Mercoledì, 26 Novembre 2014

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2018 Comune di Predaia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl