Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo

Su di uno sperone di roccia a valle dell’abitato storico di Dermulo sorge la vecchia chiesa non più aperta al culto dopo la costruzione, agli inizi degli anni cinquanta, di quella nuova in prossimità del bivio delle strade statali per Cles e Fondo.

La chiesa è menzionata già nel quattrocento ma è senz’altro anteriore. La sua ricostruzione nella forma attuale è del 1677, come indicato dall’iscrizione di una lapide. E’ divisa in due piccole campate e sull’impianto romanico è stata costruita la volta gotica mentre il portale è di stile rinascimentale. Il campaniletto di stile gotico è interno alla facciata della chiesa e il timpano inferiore costituisce l’atrio della stessa. Prima dell’ultimo restauro della chiesa si notavano tracce di antichi affreschi. Ha tre altari in legno intagliato e dorato. Quello principale è del 1616 ed è dedicato ai santi apostoli Filippo e Giacomo; quello di sinistra, del 1979, ha un’immagine dell’Immacolata mentre quello di destra ha una pala con l’immagine della Madonna e di S. Bartolomeo. Nella sacrestia è conservata la tavola gotica rappresentante la Madonna tra S. Giustina e S. Cipriano proveniente dalla demolita chiesetta dell’Eremo di S. Giustina, restaurata nel 1935. 

Tipologia di luogo
Chiesa
Collocazione geografica

Come arrivare

Mercoledì, 26 Novembre 2014

© 2018 Comune di Predaia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl