Castel Bragher

Sorge presso la strada che da Taio sale a Coredo, in mezzo al bosco, su uno sperone roccioso delimitato da tre parti da profondi burroni, alla confluenza del Rio di Sette Fontane nel Rio di Val Solsa. Si può considerare la più complessa e singolare dimora feudale di tutto il Trentino. Il castello è abitato dal Conte che ne è il proprietario e dalla sua famiglia.

Il primo nucleo fu costruito nel 1270 da Bragherio di Coredo che ottenne dal principe vescovo il permesso di erigere una torre su quella roccia e di andarvi ad abitare, lasciando al fratello Paolo il castello di Coredo. Alla torre originaria, costruita tenendo conto soprattutto di esigenze militari, Bragherio aggiunse la torre di guardia. In seguito l'edificio passò ai Conti Thun. Nel secolo XVI fu ampliato e poi restaurato più volte. Ora è tra i castelli meglio conservati del Trentino. I vari corpi del fabbricato formano un insieme massiccio e movimentato. Il castello, imbiancato a calce, ha finestre bianche e rosse, i colori del casato dei Thun. Presso il cortile interno si trova la chiesa di S. Celestino, consacrata nel 1452; essa conserva un celebre ciclo di affreschi del Quattrocento.

Tipologia di luogo
Castello

Mercoledì, 26 Novembre 2014

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2018 Comune di Predaia powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl